domenica 4 luglio 2010

Pizze

Da quando sono sposata, venerdì è SERATA PIZZA!!

Io e mio marito ci sfidiamo alla ricerca della pizza perfetta (che purtroppo non sarà mai come quella fatta con forno a legna!).
Ho provato questo impasto per finire una confezione di farina comprata tempo fa in offerta.

Ingredienti:
500 g di farina già miscelata per “pizza croccante” (credo di non poter inserire la marca; vi cito la composizione della miscela: farina di grano tenero tipo 0, semola rimacinata di grano duro, farina di frumento maltato)
100 g di farina 00
sale
330 g di acqua
(dose eventualmente da modificare in base alla farina usata che può richiedere più o meno acqua)
NB 330 g comprende anche l’acqua usata per il lievito
1 panetto di lievito di birra sciolto in un po’ di acqua tiepida
20 g di olio


Ho impastato per 2 minuti in modalità spiga, formato un panetto messo a lievitare per circa 1 ora e 20 minuti e poi …ecco le mie creazioni.

1) PIZZA ALLA NORMA
Ho grigliato una melanzana (in teoria andava fritta ma ho preferito evitare), dopo averla fatta spurgare per mezz’ora con il sale.
Ho steso le fettine di melanzana sulla pizza, coperto con salsa fatta in casa (meglio se con basilico fresco che non avevo), irrorato con olio e messo in forno caldo a 200° per 10 minuti in modalità cottura pizza (un’opzione del mio forno)
Ho tolto, aggiunto la ricotta grattugiata (la tradizione prevede l’uso della ricotta salata che non ho trovato al supermercato). Rimesso in forno per gli ultimi 5 minuti.
Ho servito spolverizzando con altra ricotta (e sarebbe meglio aggiungere anche del basilico a foglie)

2) PIZZA AGLI ASPARAGI
Ho cotto a varoma sul cestello gli asparagi, preparato una besciamella che ho steso sulla base, aggiunto gli asparagi e dei dadini di gruviera.
Cotta in forno a 200° per 20 minuti

3) PIZZA FANTASIA
Ho steso la salsa fatta in casa, aggiunto la mozzarella a dadini, cetriolini a fettine, funghi porcini sott’olio (scolati) e olive verdi a fettine. Ho irrorato con un filo di olio e cotta a 200° per 15 minuti.

Ciao e alla prossima

Nessun commento:

Posta un commento