giovedì 4 novembre 2010

La mia storia...tra le dita

Ebbene, rieccomi qui..
Sto quasi per completare il misterioso lavoretto a punto croce, purtroppo vado molto a rilento perchè con la piccola è veramente difficile ritagliarmi degli spazietti. In quei rari momenti in cui dorme devo pensare a mettere in ordine la casa, pulire, lavare, cucinare (per fortuna per stirare la santa di mia suocera mi da una mano).
In questi giorni mi si è aperto un mondo..Premetto dicendo che nella mia famiglia si è sempre cucito o ricamato o lavorato all'uncinetto. Mia mamma e la sua unica sorella in estate venivano mandate dalle suore a ricamare e cucire, mia nonna quasi 88enne lavora ancora all'uncinetto e da piccolina appresi l'arte del mezzo punto. Avrei voluto imparare a fare altro ma per il mio mancinismo non riuscivo a capire i passaggi da fare all'uncinetto o per ricamare perchè mi veniva insegnato in un modo che risultava estremamente difficile non riuscendo bene ad usare la destra come mano principale. L'anno scorso durante le vacanze pasquali pensai di riavvicinarmi alle tecniche manuali. Mia nonna mi ri-insegnò dei punti base con l'uncinetto.. Poi con il lavoro mi venne difficile imparare altro e passai al punto croce poichè mi sembrava una tecnica molto semplice. In effetti vedevo dei risultati e mi appassionavo sempre più e così ho iniziato a ricamare piccole cosine da quando ho saputo della gravidanza per cui mi sono data alla realizzazione di bavaglini, sebbene molto a rilento perchè gli impegni lavorativi sono sempre tantissimi.
In questi mesi di maternità, girovagando tra le pagine di internet e su vari blog ho scoperto che esiste un universo immenso dentro il campo del punto croce.
Ho scoperto delle associazioni (www.sogniecrocette.it/  e www.associazionesognidoro.it/) che con il contributo di tante ricamine realizzano delle copertine per bambini sofferenti. Spero di poter dare un giorno il mio piccolo aiuto, non appena avrò un po' più di tempo libero.
Ho scoperto il mondo dei sal e una miriade di interessanti blog italiani e stranieri sul punto croce e sulle tecniche manuali.
Traendo ispirazioni da uno di questi blog ho ordinato delle stoffine carine su un sito americano (www.fatquartershop.com/) per realizzare diversi progetti (nella mia mente ci sono tante idee peccato che manchi il tempo!). Non vedo l'ora che arrivino!!!



A presto. Ciao ciao ciao. Spero che la prossima volta che scriverò il mio lavoro sarà completato.

Nessun commento:

Posta un commento