domenica 18 novembre 2012

Pasta con i cavolfiori

Una buona domenica a tutti!!
Sono stata poco bene nelle ultime settimane per cui non pubblicato ricette (anche perchè a parte un po' di pasta olio e formaggio o con il pomodoro o delle fettine di pollo o vitello ai ferri non è che preparassi molto altro), ma ora inizio a stare un po' meglio.
Ebbene volevo presentarvi una pasta che mia mamma ha sempre preparato: quella con i cavolfiori. Non ho ben capito se sia una pasta tipica del suo paesino di origine o se lei ha aggiunto delle variazioni, lei dice che l'ha imparata così da mia nonna. In famiglia la amiamo tutti per cui non potevo non apprenderne la ricetta e anche mio marito e mia figlia ne apprezzano la bontà.


Ingredienti
Pasta corta (ditali, conchiglie rigate, pipe, orecchiette..)
1 cavolfiore
1 spicchio di aglio
Pinoli
Uvetta
Capuliato *
Olio
Pangrattato tostato
Parmigiano grattuggiato
Sale

Procedimento

* Il capuliato ("capuliatu") è il pomodoro secco (le cosiddette "cchiappe") macinato. In Sicilia si preferisce far seccare al sole il pomodoro ciliegino che è molto dolce. Poi si trita insieme a qualche foglia di basilico. Gli usi sono svariati, vi assicuro che è ottimo per insaporire diversi piatti.


Innanzi tutto bollire in acqua salata il cavolfiore a pezzi, lasciandolo un tantino al dente (anche se io lo preferisco un po' più cotto).
Poi far imbiondire lo spicchio d'aglio a pezzetti in una padella con l'olio, aggiungervi il cavolfiore a tocchetti, l'uvetta (che nel frattempo avrete fatto ammorbidire nell'acqua), i pinoli e una bella manciata di capuliato e lasciare a fuoco lento per circa 5 minuti.

 

Nel frattempo avrete fatto bollire l'acqua per la pasta, preferibilmente quella in cui avete cotto il cavolfiore, eventualmente diluita se ne fosse rimasta poca.
Quando la pasta è pronta versarla nella padella con il condimento e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno. Alla fine spolverare con pangrattato tostato, preparato versando in un padellino il pangrattato e un filo di olio e mescolandolo continuamente con un cucchiaio di legno.
A piacere servire e condire con parmigiano.

NB Con un cavolfiore di quelle dimensioni abbiamo mangiato io, mio marito e la mia piccola



Ciao e alla prossima!!!

6 commenti:

  1. Che bel piatto c'è tutta una storia dentro,brava nel realizzarlo e magnifico il tuo capuliato!
    Zagara & Cedro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il capuliato l'ho rubato a mia mamma ;-)

      Elimina
  2. Molto bella e golosa....gnammy! cerca di stare meglio!buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Sto già moooolto meglio!! :-)

      Elimina
  3. Ha un aspetto così invitante.... mmmmm sembra quasi di percepirne il profumo.
    Le tue ricette sono davvero golose.
    Gio'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie!! Il profumino è delizioso (a parte quello che si sprigiona mentre il cavolfiore bolle)

      Elimina