mercoledì 6 marzo 2013

Treccia di pan brioche

A casa siamo decimati a causa dell'influenza. Giovedì scorso ha iniziato la furia, il giorno dopo mio marito non è stato risparmiato, domenica i miei suoceri conitnuavano a starnutire ed io? Pensavo di essere stata miracolata e invece... questa notte starnuti e una bella rinite.. Ed ora eccomi qui in pessima forma. Voglia di cucinare ne ho poca così in questi giorni vi posterò ricette preparate nelle ultime settimane.
Questa ne viene dal libro base del bimby con qualche mia piccola modifica, l'ho sperimentata mentre c'era mia mamma qui a Genova e so che lei l'ha rifatta in questi giorni impastandola con le fruste e le è riuscita benissimo (pare le sia lievitata molto più della mia).


Ingredienti
250 g di latte
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
1 uovo
550 g di farina 0
50 g di olio di oliva
sale (il libro diceva 10 g ma a me sembravano troppi)
1 tuorlo per spennellare
130 g di speck a fette (100 g nel libro)
150 g di galbanino (100 g nel libro) o Asiago o altro formaggio


Procedimento
Versare nel boccale il latte con il cubetto di lievito e lo zucchero: 1 minuto. 50° vel. 1 (assicurarsi che il lievito sia sciolto). Versare nel boccale l'uovo, la farina, l'olio e il sale: 3 minuti, modalità spiga. L'impasto deve essere morbido ma non appiccicoso, eventualemnte aggiungere 1 cucchiaio di farina.
Mettere in una terrina infarinata e coperta e farlo lievitare per 1 ora (io l'ho messo vicino al calorifero).


Tritare prima lo speck 5 sec. vel. 5 e poi il formaggio 5 sec. vel 7.
Trascorso il tempo di lievitazione (dovrebbe essere raddoppiato di volume), stenderlo con il mattarello, formando un rettangolo da dividere in 3 parti. Dividere la farcitura sulle 3 parti e chidere delicatamente, formando tre cilindri che andranno intrecciati.

Dopo la seconda lievitazione
Lasciare lievitare ancora per mezz'ora, poi spennellare la treccia con il tuorlo d'uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 200° gradi per circa 3o min (se si colorasse troppo abbassare a 180° o coprire con alluminio).


16 commenti:

  1. E' semplicemente meravigliosa questa treccia! La dovrei provare prima o poi anche perché penso che nessun possessore di un Bimby, lo usi meno di me!
    Ha un'aspetto bellissimo, veramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps. torna in forma presto!!

      Elimina
    2. Anche io non lo uso tantissimo però per impastare ho risolto le mie difficoltà grazie a lui! :-)

      Elimina
  2. bellissimo blog e golosissima ricetta...ti seguo con piacere!!

    RispondiElimina
  3. O mamma anche voi siete stati colpiti!!!! Speriamo che ti riprenderai presto! Intanto bravissima mi piace molto la tua treccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahimè si.. Terrificante, soprattutto per Chiara che ha conntinuato a tossire per 48 ore consecutive, senza alcun beneficio dei sedativi della tosse, vomitando tutto quello che mangiava.. Povera piccola.. Ora per fortuna ha un po' di tosse grassa ma almeno riesce a mangiare..

      Elimina
  4. Questa è una delle treccie di panbrioches più bella che abbia mai visto!
    Complimenti davvero!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fortuna del principiante :-), è la prima volta che ne faccio una.

      Elimina
  5. Decisamente una bellissima treccia... e molto saporita data la presenza dello speck! La voglio assolutamente provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) penso che ti piacerà, perchè è veramente gustosa

      Elimina
  6. Che bella tutta intrecciata! Quasi sento il profumo guardando la foto :D buonissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) ammetto che sono soddisfatta anche io del risultato, non credevo venisse così bene

      Elimina
  7. Che meraviglia è bellissima tanto che sembra di plastica,così perfetta,molto brava...e poi deve essere morbidosa.Non parliamo di influenza non ho più forze di star dietro a quelle mie e di mio figlio ricadute su ricadute a rotazione uffa....!!!
    Baci a presto
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi passerà quest'inverno. Pazientiamo ancora un mese poi dovrebbero venire le belle giornate primaverili

      Elimina