venerdì 1 marzo 2013

Ultimi libri

Negli ultim giorni sto divorando libri.. Era come se fossi in astinenza, è bastato leggere il primo che gli altri stanno venendo a raffica. Da venerdì ad oggi ho letto ben 2 libri ed ho iniziato il terzo..

Il primo in realtà è proprio piccolo: 90 pagine, delle lettere inviate a Dio dal piccolo protagonista...un concentrato di tristezza.. "Oscar e la dama in rosa" di Eric-Emmanuel Schmitt un drammaturgo, saggista e romanziere.
Trama (dalla copertina): "Oscar ha solo dieci anni, ma la sua vita sta già per finire. La leucemia lo sta uccidendo. E lui lo sa. Lo sa ma non può parlarne con nessuno, perchè i grandi per paura fanno finta di non saperlo. Nell'ospedale in cui il bimbo passa le sue giornate, solo l'anziana signora vestita di rosa, che va sempre a trovarlo, intuisce la sua voglia di risposte. E gli suggerisce un gioco: fingere di vivere dieci anni in un giorno e scrivere a Dio per raccontargli la sua vita. Oscar ci sta: così si immagina di vivere a vent'anni, a quaranta, a novanta. A centodieci, dieci giorni doppo l'inizio del gioco, si addormenta. Ha lasciato un biglietto sul comodino: "Solo Dio ha il diritto di svegliarmi".

"...La vita è uno strano regalo. A volte lo si sopravvaluta, questo regalo: si crede di aver ricevuto la vita eterna. Dopo lo si sottovaluta, lo si trova scadente, troppo corto, si sarebbe quasi pronto a gettarlo. Infine ci si rende conto che non era un regalo, ma solo un prestito..."

Dopo aver letto questo libro, ahimè reale per alcune famiglie che vivono il dramma della malattia dei figli, in cui è il tema della morte è affrontato con tanta dolcezza e serenità, ho volutamente scelto qualcosa di leggero e semplice: Aspirapolvere di stelle di Stefania Bertola, una scrittrice torinese.
 
 
Trama (dal libro): "Ginevra, Arianna e Penelope sono tre amiche che si sono messe in società per aprire un'agenzia di servizi domestici; solo le Fate Veloci, sempre pronte per risistemare un terrazzo devastato, per allestire un buffet etnico all'ultimo minuto, per risolvere un "ritorno moglie" (ovvero: come rendere presentabile la casa di un commercialista che ha giocato allo scapolo per una settimana). Tre caratteri tutti diversi ma precisa divisione dei compiti, grandi abilità, organizzazione perfetta e l'agenzia fila col vento in poppa. Tutto bene, finchè, una mattina che sembra come tutte le altre, squilla il telefono e la voce suadente di uno sconosciuto propone un lavoro piuttosto insolito. Comincia così per le tre Fate un periodo frenetico di novità, sorprese, incontri, ritorni, scoperte, rincorse, amori..."
 
Libro leggero, scorrevole, che mette il buonumore, ironico. Ginevra è appassionata di botanica e decoratrice di ambienti, Arianna è la maga dei fornelli e Penelope si occupa della pulizia delle case e della cura degli animali, tre amiche diverse, ma accomunate dalla passione per il loro lavoro, che si ritroveranno alle prese con un affascinante scrittore di successo.



Nessun commento:

Posta un commento